Cerca
  • Arcadio Pasqual

Il mio primo Portafoglio

Allora, come si fa a costruire un portafoglio?


Beh, non è così difficile, basta mettere assieme gli ingredienti giusti...ma quali sono? Noi gli chiamiamo "Asset Class", ovvero un raggruppamento di strumenti finanziari che hanno caratteristiche comuni. Per esempio "Azioni italiane" oppure "Obbligazioni Governative Area Euro" ecc..

I possibili investimenti sono veramente tanti ma se andiamo a vedere come sono composti la stragrande maggioranza del fondi pensione, dei portafoglio delle assicurazioni. dei fondi comuni di investimento o degli ETF troveremo che l'80% o il 90% degli investimenti sono in Azioni o Obbligazioni.

Quindi anche il nostro primo portafoglio si comporrà di un fondo azionario e di un fondo obbligazionario. Ma quali? Anche in questo caso la scelta è estremamente vasta ma per semplificarci la vita inizieremo con un fondo che investe in Azioni internazionali in modo da avere accesso alle migliori società e ai migliori mercati in giro per il mondo.


Lo stesso vale per il fondo obbligazionario che anche in questo caso, per iniziare, si potrebbe scegliere un fondo che investe in Obbligazioni Governative Internazionali per avere sicurezza riguardo al rating e anche una diversificazione al di fuori dell'Europa. Per capire come distribuire il capitale nei vari fondi dobbiamo far subentrare il concetto di profilo di rischio e orizzonte temporale: dalle azioni ci aspettiamo un rendimento più elevato rispetto alle obbligazioni a discapito della loro maggior rischiosità. è chiaro che in portafogli con rischio più elevato andremo a mettere una percentuale di azioni maggiore.


Per creare un portafoglio dobbiamo prima scegliere una gara a cui partecipare. Quando si partecipa ad una gara vengono preimpostati ordini per creare un portafoglio con gli stessi pesi di benchmark. Se li si volesse cambiare, basta cancellare gli ordini preimpostati inserendo quelli scelti. Il portafoglio può essere cambiato in qualsiasi momento.


Una volta creato il portafoglio, una volta al giorno, riceverai una notifica push con la tua performance giornaliera rispetto a quella del benchmark.

Un ultimo punto (non per importanza) da tenere presente è la liquidità, ovvero il capitale non investito (che viene appunto definito "liquido") come ad esempio i soldi sul conto corrente. I portafogli virtuali sono investiti al 100% esattamente come il benchmark. Questo vuol dire che non c'è liquidità che rimanga nel portafoglio. Tuttavia, a volte, non essere investitore al 100% e conservare del capitale è saggio (per esempio per aspettare ad entrare nel mercato ad un prezzo più basso quando si ha delle aspettative negative sull'andamento di quest'ultimo).


Bisogna pensare alla liquidità come ad una vera e propria Asset class e quindi investirci, tenendo i soldi sul conto corrente quando non siamo positivi sugli altri Assets.



2 visualizzazioni
App_icon_bg.png
CapitalEyes_logotype.png

Il seguente sito funge da piattaforma di promozione dell'app CapitalEyes. Nessun servizio erogato dall'applicazione è replicato oppure offerto dalla seguente piattaforma.

351 885 0065

 

Via Panfilo Castaldi, 8 - Milano MI 20124

  • Bianco Instagram Icona
  • Bianco Facebook Icon
  • Bianco icona di Google Play

© 2019 by CapitalEyes s.r.l.